Sapere Pedagogico‎ > ‎Indice‎ > ‎

Blezza

Abstracts
Viene preso in esame lo stato dell’arte della Pedagogia in Italia come professione sociale ed intellettuale superiore, per il suo ruolo e le sue responsabilità sociali e per il suo rapporto con la Pedagogia generale e l’immagine che di questa scienza umana si ha nella cultura e nella pubblica opinione. Il confronto con altri saperi cui corrispondono professioni riconosciute ed ordinate è ampiamente esplicativo al riguardo. L’esistenza e l’integrazione socio-culturale della professione apicale corrispondente è importante condizione di forza e di autorevolezza del sapere nella società e nella cultura: e, per quanto riguarda specificamente la pedagogia, le cause per le quali questo non è avvenuto vanno considerate con la massima attenzione, anche in relazione alla debolezza della pedagogia accademica e della pedagogia in generale nella vita quotidiana.
Non ci sono carenze di ordine dottrinale, né metodologico, né procedurale o di altro  genere: la pedagogia d’oggi adeguatamente attrezzata, con i suoi duemilacinquecento anni di storia ricca e diversificata, per dare origine alla professione intellettuale e sociale corrispondente ai massimi livelli, come in Italia già avviene per le scienze psicologiche e per le scienze sociali, e senza alcun problema. La Pedagogia professionale di oggi è in possesso di, ed è in grado di fornire agli operatori, procedure, tecniche, strumenti concettuali ed operativi e un lessico tecnico, tutto ciò insomma che fonda una professione. Lo studio sul ritardo nel riconoscimento e nell’accreditamento della professione di Pedagogista richiede in Italia alcune considerazioni assolutamente particolari. L’aver orientato la Pedagogia italiana sulla scuola primaria e, per certi aspetti, sulla storia e la filosofia comporta prezzi enormi, crescenti ed oramai da tempo insostenibili. Occorre rendersi conto che la Pedagogia riguarda tutta la vita umana, tutte le istanze culturali e sociali, la formazione iniziale e continua di gran parte delle figure professionali intellettuali e superiori con riguardo particolare (ma non esclusivo) per le professioni della sanità, tutte le relazionalità inter-personali che entrano nell’evoluzione intellettuali e che fanno dell’uomo l’unico vivente in grado di vita sociale e politica.
Parole chiave: Pedagogia sociale, Pedagogia professionale e clinica, Scienze umane e sociali, Professioni intellettuali superiori, Società.

The article considers the present state of Pedagogy in Italy as a superior social and intellectual profession, because of its role and social responsibilities and its relationship with General Pedagogy and the image that culture and public opinion have of this human science. The comparison with other acknowledged professions which are recognized and have a professional order is most explanatory in this regard. The existence and socio-cultural integration of the corresponding apical profession is an important condition of strength and authority of other sciences and knowledge in our society and culture. The causes for which this acknowledgement has not been given to Pedagogy must be considered with the greatest attention, also in relation to the weakness of academic pedagogy and pedagogy in general in daily life.
 There are no shortages of a doctrinal or methodological or procedural or other kind of order. Pedagogy is today sufficiently equipped with its two thousand five hundred years of rich and diverse history to be a social and intellectual profession corresponding to the highest levels, as in Italy is already the case for Psychological sciences and Social sciences without any problems. Professional Pedagogy today is in possession of, and is able to provide operators with, procedures, techniques, conceptual and operative instruments and technical vocabulary, in short, everything that creates a profession. Study on the delay in the recognition and acknowledgement of the profession of Pedagogist in Italy requires some very particular considerations. The fact of orientating Pedagogy in Italy towards the primary school and, in some respects, to history and philosophy has created enormous disadvantages which are ever-increasing. We must realize that Pedagogy involves the whole of human life, culture and society, the initial and continuing formation of most professionals and intellectuals with special emphasis (but not exclusive) on healthcare professionals, all inter-personal relationships in intellectual and cultural evolution, which make man the only living being capable of social and political life.
Key words: Social Pedagogy, Professional and Clinical Pedagogy, Human and Social Sciences, Superior Intellectual Professions, Society.
Ċ
Salvatore Colazzo,
27 dic 2010, 08:00
Comments