Sapere Pedagogico‎ > ‎Indice‎ > ‎

Bruno

Abstracts
Solo negli ultimi decenni è stata sottolineata l’importanza del pensiero di G.H. Mead, non solo sul piano psico-sociologico ma anche su quello filosofico. Lo studioso si propone di analizzare, in questa nuova prospettiva, le basi sociali dell’etica nonché la dialettica tra morale ed etica. Alla dimensione normativa e deontologica della morale risponde quella teleologica dell’etica. Il filosofo si ricollega ad Aristotele e prende le distanze da Kant per rivalutare la funzione dell’ “impulso” inteso come desiderio nel rapporto tra natura e libertà, per avviare un modello comunicativo capace di esprimere la struttura profonda del Sé. Mead studia il rapporto con l’altro attraverso il sé. Ciò gli consente di avviare una comunicazione che, fondandosi sulla volontà di essere l’altro, apre alla dimensione del dono. 
Parole chiave: Morale,  Etica, Alterità, Comunicazione, Dono 

In the last decades, the thought of G.H. Mead has become important not only in the psycho-sociological field but also in the philosophical one. In this new perspective, the present article wants to analyze the social basis of Ethics and the dialectic between Morality and Ethics. The normative and deontological dimension of Morality corresponds with the teleological dimension of Ethics.
The philosopher refers to Aristotele and keeps distance from Kant in order to revalue the function of “impulse” as desire in the relationship between nature and freedom to start up a communicative model which is able to express the deep structure of the self. Mead analyzes the relationship with the other through the self.
In this way, he can begin a communication which is based on the will to be the other and is open to the dimension of the gift.
Key words: Morality,  Ethics, Communication, Alterity, Gift 

Ċ
Salvatore Colazzo,
10 nov 2010, 13:43
Comments