Sapere Pedagogico‎ > ‎Indice‎ > ‎

Cartelli

Abstracts
 Il presente contributo prende l’avvio dal confronto di due ben note posizioni sul concetto di educazione per soffermarsi sui molteplici cambiamenti indotti dalla “rivoluzione digitale” sulla società contemporanea e sui fenomeni educativi e di apprendimento che hanno luogo al suo interno. Le riflessioni che ne seguono evidenziano una realtà complessa, sfaccettata e densa di chiaroscuri, ma consentono anche di aprire una finestra sulle relazioni tra conoscenza individuale e conoscenza organizzativa. Questa realtà, finora quasi esclusivo appannaggio degli studi sulle organizzazioni, si arricchisce delle riflessioni che emergono dai risultati di alcune esperienze; ne conseguono l’ipotesi di legami complessi tra singoli, comunità e società per quanto attiene ai fenomeni di costruzione della conoscenza e la possibilità di ridisegnare le strategie di insegnamento-apprendimento basate sull’utilizzo di It/Ict. La conclusione cui si perviene vede, accanto alla proposta di un nuovo paradigma didattico-educativo, un sostanziale ridisegno delle strategie di conduzione della ricerca pedagogica, che si vuole in grado di coniugare metodi qualitativi e quantitativi e capace di svolgere un’azione ciclica e continua che coinvolga studenti, famiglie, docenti, ricercatori e l’intera società.
Parole chiave: Comunità di pratiche, Conoscenza, Educazione, Knowledge management, Ict.

The paper starts by proposing two well known viewpoints on the concept of education and compares them. It then analyzes the effects of “digital revolution” on today’s society and on the learning phenomena found within it. The analyses which follow show a complex reality and let us open a window on the connections between individual knowledge and organizational knowledge. This phenomenon, usually under the umbrella of the research field of organizations, receives new suggestions here from some experiences. As a result new and more complex connections between individuals, communities and in society with respect to knowledge construction are hypothesized, and new teaching-learning strategies, supported by It/Ict, are suggested. The conclusion proposes, together with a new educational paradigm, the re-formulation of the strategies for pedagogical research; now it has to manage qualitative and quantitative methods and has to base itself on a cyclic and continuous action involving students, families, teachers, researchers and the whole society.
Key words: Community of practice, Education, Knowledge,  Knowledge management, Learning,, Ict. 

Ċ
Salvatore Colazzo,
10 nov 2010, 13:30
Comments