Sapere Pedagogico‎ > ‎Indice‎ > ‎

Note bio-bibliografiche

Gli Autori
 


ALESSANDRINI Giuditta 
Professore Ordinario di Pedagogia sociale e del lavoro presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi Roma Tre. È direttore del Master di I livello a distanza Gescom “Gestione e Sviluppo della conoscenza nell’Area delle Risorse Umane” (www.master-gescom.it) e del Centro di Ricerca Ceforc “Formazione Continua & Comunicazione” (www.laoc.eu). Tra le pubblicazioni: Comunità di pratica e società della conoscenza, Carocci, Roma, 2007; Manuale per l’esperto dei processi formativi, Carocci, Roma, 2005. Per contattare l’autrice: g.alessandrini@uniroma3.it.

ANGORI Sergio 
Professore Ordinario di Pedagogia generale e sociale presso l’Università di Siena, ha avuto una breve ma stimolante esperienza di insegnamento nell’Università di Lecce. É docente di Educazione degli adulti e di Pedagogia dei contesti educativi e formativi. I suoi interessi di ricerca  sono orientati verso la pedagogia della scuola, la formazione professionale degli insegnanti e di altre figure educative, oltre che verso l’educazione permanente e la formazione in età adulta. Su questi temi ha prodotto volumi e saggi apparsi in lavori collettanei.

ARCUTI Silvana 
Docente di Storia dell’Europa Medievale nella facoltà di Scienze della Formazione dell’Università del Salento. I suoi interessi di ricerca vertono prevalentemente sulla storia religiosa e sulle problematiche relative alla condizione umana delle fasce sociali più deboli della società medievale. Ha curato anche l’edizione critica di testi manoscritti relativi alla storia della cultura e della medicina. Fra le pubblicazioni, si segnalano: S. Arcuti, (2008). Santità e devozione popolare nel medioevo, in Sant’Antonio Abate e il fuoco della santità, a c. di D. Levante, Novoli (LE): Bibliotheca Minima, p. 31-44; S. Arcuti, (2005). Veglie. Vicende storiche ed evoluzione istituzionale, Lecce: Cartografica Rosato; G. L. Vivaldi, (2004). L’Oppressione della città di Otranto (De oppressione Ydrontine civitatis), a c. di S. Arcuti, Lecce: Martano Editrice; U. Robert, (2000). I segni d’infamia nel medioevo, a c. di S. Arcuti, Soveria Mannelli: Rubbettino Editore; S. Arcuti, (1999/2000). Note sull’arenga delle lettere di Gregorio VII, in “Annali del Dipartimento di Scienze Storiche, Filosofiche e Geografiche”, Università degli Studi di Lecce, XII; S. Arcuti, (1994). La traduzione latina del IV libro del Περί εηυπηίωη pseudo-ippocratico, in “Annali del Dipartimento di Scienze Storiche Geografiche e Sociali”, Università degli Studi di Lecce, VIII, pp. 223-232; Iohannis Bonandree, (1993). Brevis introductio ad dictamen, a c. di S. Arcuti, Galatina: Congedo Editore.

ASCIONE Patrizia
Dottoranda di ricerca della Scuola Dottorale in Pedagogia e Servizio Sociale istituita presso l’Università degli Studi Roma Tre. È Cultore della materia in Progettazione didattica per la formazione in rete presso la Cattedra del Prof. Alberto Quagliata – Facoltà di Scienze della Formazione, Università degli Studi Roma Tre. Ha conseguito il Master di II° livello in Competenze per lo sviluppo delle Risorse umane e una laurea con lode in Scienze dell’Educazione con una tesi dal titolo E-learning nella Pubblica Amministrazione. Ipotesi di progetto on line. Collabora alle attività di didattica e di ricerca ed è progettista e docente in percorsi di formazione blended per le organizzazioni del lavoro pubbliche e private e per le istituzioni educative. Tra le sue pubblicazioni, ha curato per il Volume Competenze per lo sviluppo delle risorse umane (2008), A. Quagliata (a cura di), Armando editore, il Capitolo 6 Esperienze di formazione blended. Riflessioni e prospettive.

BESIO Serenella 
Professore Associato in Pedagogia Didattica Speciale presso l’Università della Valle d’Aosta – Université de la Vallée d’Aoste. I suoi prevalenti interessi di ricerca si rivolgono allo sviluppo e l’utilizzo delle tecnologie educative e assistive per le persone disabili, in particolare per favorire le attività di gioco; allo studio della qualità dell’integrazione scolastica nella scuola italiana; alle culture e rappresentazioni della disabilità nell’ambito dei media. Tra le sue pubblicazioni: Gioco e giocattoli per il bambino con disabilità motoria, Milano, Unicopli, 2009; Tecnologie Assistive per l’inclusione scolastica degli studenti con disabilità, Lecce, Pensa Multimedia, 2005.

BLEZZA Franco 
Pedagogista dalla formazione iniziale scientifica, con significativa esperienza pluriennale sia di ricerca interdisciplinare di Fisica sanitaria sia di insegnamento secondario di 1° e di 2° grado, è ordinario di Pedagogia Generale e Sociale nella Facoltà di Scienze Sociali dell’Università di Chieti, che ha concorso a fondare e nella quale ha ricoperto diverse cariche oltre a lavorare per gli ordinamenti didattici dei diversi corsi di studio, dopo oltre 18 anni di servizio come Ricercatore ed Associato presso il Magistero, poi Scienze della Formazione, dell’Università di Trieste. Si è sempre impegnato con particolare riguardo nella formazione iniziale e continua dei professionisti dell’area sociale oltre che degli insegnanti. Le sue ricerche generali sono da tempo orientate sui fondamenti e la metodologia della ricerca pedagogica; quelle applicative su tutto quanto attiene la professione di Pedagogista nell’ambito delle professioni sociali ed intellettuali superiori: sia per quanto riguarda le tecniche, le procedure, gli strumenti concettuali ed operativi, il lessico e quant’altro caratterizza una categoria professionale; sia per i problemi dell’associazionismo, del riconoscimento legale della professione e i relativi dibattiti nella convegnistica, nella pubblicistica e in rete. Questo, senza trascurare l’attenzione e l’impegno per le problematiche scolastiche e di Pedagogia istituzionale. Tra le sue opere principali più recenti Pedagogia della vita quotidiana (2001), La pedagogia sociale (2005), Studiamo l’educazione oggi (2005), Il professionista dell’educazione scolastica (2006), Il Pedagogista 2007 (2007), Un pedagogista nel poliambulatorio – Casi clinici (2008), Pedagogia della prevenzione (ed., 2009).

BOBBIO Andrea 
Già insegnante di scuola dell’infanzia è Ricercatore di Pedagogia Generale e sociale presso l’Università della Valle d’Aosta – Université de la Vallée d’Aoste. Tra le sue pubblicazioni più recenti: (con Paolo Calidoni), Tra pedagogia e didattica (Roma 2009); Lineamenti di pedagogia della scuola (Milano 2008); (con Cesare Scurati), Ricerca pedagogica e innovazione educativa (Roma 2008); I diritti sottili del bambino (Roma 2007); Bambini, culture, persona (Brescia 2005); Il bambino tra teoria e educazione (Milano 20082); Pedagogia dell’infanzia (Brescia 2002).

BOCHICCHIO Franco 
Professore Aggregato di Didattica Generale e di Teorie e metodi della formazione nella Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università del Salento. Si interessa da tempo di formazione degli adulti dove svolge attività di formazione e ricerca. È autore di numerosi volumi e saggi tra cui: Gestire la formazione continua (Celid, Torino 2004); Il formatore: l’educatore (Celid, Torino 2006); Le ricadute della formazione. Significati, approcci, esperienze (Amaltea, Melpignano, 2009, a cura di, insieme a F. Grassi).

BOMBARDELLI Olga 
Professore Straordinario di Pedagogia generale presso la Facoltà di Lettere, Università degli studi di Trento, titolare di un corso J. Monnet su Educazione per il futuro d’Europa.
Ha scritto parecchi libri (es. Didattica come teoria della formazione, 1985; Educazione civico-politica, 1993; Educazione in dimensione europea e interculturale, 2001; Motivazione in classe, 2003). Collabora con istituzioni e università italiane e straniere. Si interessa di educazione civica, formazione degli insegnanti, tematiche per un’educazione inclusiva.

BRUNO Angelo
Professore associato da diversi anni ricopre l’insegnamento di Filosofia morale presso la Facoltà di Scienze della Formazione, fa parte del comitato scientifico delle riviste “Idee” e “Segni e comprensione”, è membro dell’Accademia di Studi Italo-Tedeschi di Merano, è vice-direttore del Dipartimento di Filosofia e Scienze sociali nonché vice- responsabile locale del P.R.I.N “Fenomenologia, narrazione, riflessione etico-politica: testi e temi del pensiero francese contemporaneo”. Tra le sue pubblicazioni : La metafisica in L. M. Deschamps, Lecce, Milella,
1987; Materialismo e verità nell’Illuminismo, Lecce, Milella, 1990; Esistenza-Etica, saggio su C. L. Strauss, Lacaita, Manduria-Roma, 1998; Un’etica per la finitezza, saggio su Paul Ricoeur, Lecce, Milella, 2000; Morale come scelta esistenziale, saggio su Agnes Heller, Lecce, Milella, 2004; L’etica su base sociale in G.H. Mead, in La responsabilità del sapere, Liguori Editore, Napoli, 2004; L’inquietudine della coscienza, saggio sul pensiero esistenziale di Jean Nabert, Mimesis, Milano 2008. La libertà come esperienza esistenziale in Jean Nabert, in "Idee", nn.68-69 2008, pp.33-74. La fenomenologia dell’uomo capace in Paul Ricoeur, in "Idee", n.70, 2009, pp.193-228.

CAMBI Franco 
Professore Ordinario di Pedagogia generale nella Facoltà di Scienze della Formazione  dell’ Università di Firenze. Si è occupato di teoria dell’educazione, di pedagogia interculturale, di teoria della scuola, ma anche di ricerche storico-pedagogiche e di letteratura dell’infanzia, come pure di problematiche strettamente filosofiche. Tra i suoi lavori più recenti si ricordano: Abitare il disincanto (Torino 2006), Incontro e dialogo (Roma 2006), Pensiero e tempo (Firenze 2008), Odissea scuola (Napoli 2008). Con altri autori ha pubblicato: Letteratura per l’infanzia oggi (Bologna 2009), Disagio giovanile nella scuola (Roma 2008).
CANEVARO Andrea 
Professore Ordinario di Pedagogia Speciale presso l’Ateneo di Bologna. Laureato in Lettere e Filosofia, ha avuto una borsa di studio all’Université Lyon 2, seguendo gli studi del Prof. Claude Kohler, e occupandosi di infanzia con ritardo mentale. Dal 2002 è stato nominato delegato del Rettore dell’Ateneo di Bologna per gli studenti disabili. è nel collegio dei docenti del Dottorato di ricerca in Pedagogia con sede presso il Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Ateneo di Bologna. Fa parte di commissioni di valutazione di Dottorato presso l’Université Lyon 2. Ha al suo attivo diverse missioni di cooperazione internazionali, nelle regioni balcaniche, nella regione africana dei Grandi Laghi, in Bielorussia e in Cambogia. Ha un impegno di valutatore di progetti di ricerca per l’Université de Montréal (Canada) e di Lyon.

CARDUCCI Michele 
Professore Ordinario di Diritto costituzionale comparato nell’Università del Salento, dopo aver insegnato nelle Università di Parma e Urbino. Ha perfezionato i suoi studi in Germania, Austria, Spagna, Stati Uniti e Brasile, con borse di studio e Visiting Professorship. È autore di diverse monografie e numerosi saggi pubblicati in Italia e all’estero sul tema dei mutamenti costituzionali nella comparazione tra Nord e Sud del mondo.

CARTELLI Antonio
Ricercatore di Didattica e Pedagogia speciale presso l’Università degli Studi di Cassino ed afferisce al Dipartimento di Scienze umane e sociali. All’interno del dipartimento di afferenza è direttore e responsabile scientifico del Laboratorio di Tecnologie dell’istruzione e dell’apprendimento e nella Facoltà di Lettere e Filosofia coordina il Centro per le T.I.C. e la didattica online. Tra i suoi interessi vanno annoverati: misconcetti, schemi mentali, sistemi informativi per la ricerca e la didattica, tecnologie web per la ricerca didattica ed il miglioramento dei processi di insegnamento-apprendimento. E’ autore di numerosi contributi in atti di convegni, riviste e testi sia italiani che stranieri. La sua ultima pubblicazione di rilevanza internazionale è l’Encyclopedia of Information Communication Technology redatta in collaborazione con M. Palma.

CELENTANO Maria Grazia
Ingegnere informatico. Ha conseguito il dottorato di ricerca presso la Facoltà di ingegneria dell’Università del Salento, occupandosi di problematiche relativamente all’e-learning. è succssivamente passata a collaborare con il gruppo del prof. Colazzo, acquisendo competenze nel campo della ricerca pedagogica. è stata impegnata nel progetto di ricerca MediaEvo per la Scuola Superiore Isufi dell’Università del Salento e l’Università di Foggia, che ha previsto, fra  l’altro, la progettazione e realizzazione di un educational per il conseguimento di competenze nell’ambito della storia medievale da parte di studenti delle scuole medie e medio-superiori. Di recente ha pubblicato, in collaborazione con S. Colazzo, L’apprendimento digitale (Carocci, 2009). Ha contribuito a fondare l’azienda Spin-off dell’Università del Salento “EspérO s.r.l”, di cui è l’amministratrice.

CHIOSSO Giorgio 
Professore Ordinario di Storia dell’educazione nella Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Torino. Ha insegnato anche nelle Università Cattolica del Sacro Cuore (1983-1986) e del Salento (1987-1989) e di Padova (1989-1990). Ha inoltre tenuto corsi nelle Università di Bergamo, della Valle d’Aosta e nell’Università Nazionale di Cordoba (Argentina). Oltre a una nutrita serie di studi storico-educativi (in particolare L’educazione nazionale da Giolitti al primo dopoguerra, 1983; I cattolici e la scuola dalla Costituente al centro-sinistra, 1988; Novecento pedagogico, 1997; Carità educatrice e istruzione in Piemonte, 2007) si è occupato anche del tema dei rapporti tra scuola, società e educazione alla cittadinanza, partecipando in qualità di consulente a numerose Commissioni ministeriali. I suoi principali interessi sono tuttavia da tempo concentrati sullo scavo di alcune fonti ancora poco esplorate, ma di rilevante importanza per la ricostruzione non solo storico-educativa, ma anche culturale dell’Italia, come i giornali per gli insegnanti, le memorie di scuola, i libri e i quaderni scolastici, l’editoria per la scuola e l’educazione. Ha diretto a tal fine alcune ricerche nazionali i cui esiti sono confluiti nei repertori Stampa pedagogica e scolastica in Italia. 1820-1943 (1997); Teseo. Tipografi e editori scolastico educativi dell’Ottocento (2003) e Teseo ‘900. Editori scolastico educativi del primo Novecento (2008).

COLAZZO Salvatore 
Professore Associato di Pedagogia sperimentale presso l’Università del Salento. Già ricercatore di Pedagogia e didattica speciale presso lo stesso Ateneo. In precedenza è stato professore di ruolo alla Scuola di didattica del Conservatorio di Musica “N. Piccinni” di Bari. Giornalista pubblicista. Animatore culturale. Ha al suo attivo alcune centinaia di contributi scientifici nei settori della pedagogia, della didattica, della musicologia. è nel collegio del Dottorato in Pedagogia dello sviluppo dell’Università del Salento. Ha partecipato a progetti di interesse nazionale, ha ispirato la nascita dell’azienda spin-off “EspérO” per l’erogazione di servizi formativi innovativi su modello elaborato a seguito di attività di ricerca svolta presso il Dipartimento di Scienze pedagogiche, psicologiche e didattiche a cui è aggregato. Attualmente i suoi interessi sono orientati ad indagare il rapporto tra scienze bio-educative e pedagogia, alla memoria come strumento di empowerment comunitario, ai processi partecipativi per lo sviluppo della dimensione educante delle comunità, delle tecnologie mediali quali fattori di cambiamento sociale e di pressione epistemologica sulla pedagogia. Tra le pubblicazioni più recenti, in collaborazione con M.G. Celentano, la monografia L’apprendimento digitale, Carocci, Roma, 2008.


DALLE FRATTE Gino 
Professore Ordinario di Pedagogia generale e sociale presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Padova; membro del Consiglio Direttivo della “Scuola interateneo di Dottorato di ricerca in Scienze Pedagogiche, dell’Educazione e della Formazione”, del Comitato Scientifico della rivista  “Studium Educationis” e della Giunta del Dipartimento di Scienze dell’Educazione della medesima Università.  Le sue ricerche attengono prevalentemente a questioni di epistemologia pedagogica, di filosofia dell’educazione e di antropologia pedagogica cui afferiscono le seguenti pubblicazioni:
Postmodernità e problematiche pedagogiche. Modernità e postmodernità tra discontinuità, crisi e ipotesi di superamento (a cura di), Vol. I, Armando, Roma, 2003; Postmodernità e problematiche pedagogiche. Le condizioni dell’educazione e della pedagogia. Contesti Realtà Ipotesi (a cura di), Vol. II, Armando, Roma, 2004; Questioni di epistemologia pedagogica e di filosofia dell’educazione, Armando, Roma, 2004; Pedagogia e formazione. Paradigmi giustificativi dell’azione professionale (a cura di), Vol. I, Armando, Roma, 2005; L’emergenza educativa come crisi della cultura, in «Studium Educationis», N°3, ottobre 2008, pp.19-33. 

DAMIANO Elio 
Professore Ordinario di Didattica generale presso la Facoltà di Psicologia dell’Università di Parma (2000, prosegue).
Aree di ricerca: epistemologia pedagogica; pedagogia della scuola formazione degli insegnanti; modelli didattici; pedagogia interculturale.
Pubblicazioni principali (in volume): Piaget (1976), Adro Tempo Pieno (1977), Funzione Docente (1982),  Società e Modi dell’Educazione. Verso una Teoria della Scuola (l984), Epistemologia e didattica (1988),  L’Azione Didattica. Per una Teoria dell’Insegnamento (1993),  Insegnare con i concetti. Un modello didattico fra scienza e insegnamento (1994), Il Dilemma del Centauro. Stato dell’Arte della Ricerca su Didattica Generale e Didattiche Disciplinari (l996), Homo Migrans. Discipline e concetti per un curricolo di educazione interculturale a prova di scuola (1998), La Sala degli Specchi. Pratiche di educazione interculturale in Europa (1999), Idee di scuola a confronto. Contributo alla storia del riformismo scolastico in Italia (2003), L’insegnante. Identificazione di una professione (2004), La Nuova Alleanza, Temi problemi e prospettive della Nuova Ricerca Didattica (2006), Il Mentore. Manuale di tirocinio per insegnanti in formazione (2007), L’insegnante etico. Saggio sull’insegnamento come professione morale (2007), Il sapere dell’insegnare (2008), La Pedagogia dell’amore. Esplorazioni sulla pedagogia di Vittorino Chizzolini (2009).

DE CANALE Barbara
è dottore di ricerca in “Pedagogia dello Sviluppo” (Università del Salento). La sua attività di ricerca è volta ad indagare le prospettive per un’educazione dell’infanzia nei Paesi in via di Sviluppo capace di formare un’identità culturale consapevole delle proprie radici ed aperta al dialogo con l’alterità. I suoi interessi sono rivolti altresì alle problematiche educative insorgenti nei contesti plurietnici e multiculturali. È membro del gruppo di lavoro del Laboratorio di Intercultura attivo presso il Dipartimento di Scienze Pedagogiche, Psicologiche e Didattiche.  Autrice degli articoli L’Educazione negli Orientamenti programmatici della Comunità Internazionale e Verso un’educazione dell’Infanzia nei Paesi in Via di Sviluppo pubblicati entrambi nella rivista “Studi e Ricerche”, Manni editore.

DE LEO Daniela 
Ricercatrice presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli studi del Salento, insegna Estetica e Fondamenti di Ermeneutica. Ha partecipato a progetti nazionali di ricerca: “Edizioni, archivi e fonti della cultura europea contemporanea: Schopenhauer, Nietzsche, Heidegger” sotto la direzione del Prof. Giuliano Campioni e “Fenomenologia, narrazione, riflessione etico-politica: testi e temi del pensiero francese del Novecento” sotto la direzione del Prof. Giovanni Invitto. Ha curato la trascrizione critica degli inediti di Carlo Michelstaedter. Tra le sue pubblicazioni più recenti: Michelstaedter filosofo del frammento. Con inediti di Carlo Michelstaedter. Appunti di filosofia: Empedocle, Zenone Stoico, Platone, Milella, Lecce 2005; L’interrogazione filosofica sul musicale. Prospettive musicali, Ed. Amaltea, Lecce 2005; Merleau-Ponty e la musica negli scritti postumi, in G. Invitto (a cura di), La fenomenologia e l’oltre-fenomenologia, Mimesis, Milano 2006; La relazione percettiva. Merleau-Ponty e la musica, Mimesis, Milano 2008.

DEL GOTTARDO Ezio
Professore a contratto per l’insegnamento di Educazione degli Adulti presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università del Salento. Dottore di Ricerca in Pedagogia dello Sviluppo collabora con il Dipartimento di Scienze Pedagogiche Psicologiche e Didattiche dell’Università del Salento, occupandosi di tematiche e ricerche inerenti la Pedagogia Speciale, l’orientamento (Orientamento alla scelta, Monitoraggio, Osservatorio sulla domanda, Career Counseling), di progettazione e valutazione educativa nel sociale, di metodologie didattiche e di teorie e tecniche della comunicazione. È socio fondatore dell’Azienda Spin-off dell’Università del Salento EspérO s.r.l. - Servizi Formativi Avanzati.

DI NUBILA Renato 
Professore Ordinario di Metodologia della formazione nella Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Padova. E’ autore di opere di carattere pedagogico-metodologico, come le più recenti: Saper Fare Formazione, Pensa Multimedia Lecce, 2005; Dal Gruppo Al Gruppo Di Lavoro,Pensa Multimedia,Lecce 2008; Oltre L’aula. La formazione continua nell’alternanza, negli stage, nelle imprese, nelle istituzioni, Cedam, Padova, 2004. è Delegato del Rettore per la formazione continua e post-lauream. 

FABBRI Loretta 
Professore Ordinario di Didattica generale presso l’Università degli studi di Siena, Facoltà di Lettere e Filosofia di Arezzo. Nel corso di Laurea magistrale in “Programmazione e gestione dei servizi educativi e formativi” è docente di Metodologie della formazione e dell’intervento organizzativo. Gli attuali studi si concentrano sulle pratiche professionali e sulla formazione come azione situata e congegno riflessivo in grado di supportare i processi di apprendimento posti in atto dai professionisti dentro i contesti lavorativi. Un altro settore di interesse riguarda la definizione di modelli di ricerca educativa capaci di sviluppare indagini culturalmente e storicamente situate. Tra le sue pubblicazioni più recenti: Comunità di pratiche e apprendimento riflessivo. Per una formazione situata, Carocci, Roma 2007; (in coll.) L’insegnante riflessivo. Coltivazione e trasformazione delle pratiche professionali, FrancoAngeli, Milano 2008. 

FRABBONI Franco 
Professore Ordinario di Pedagogia, all’Università degli Studi di Bologna e già Preside della Facoltà di Scienze della formazione della stessa Università. E’ Presidente del Cire di Bologna e dell’Istituto Gramsci-Emilia Romagna. É stato Presidente dell’Irre Emilia-Romagna (fino a gennaio 2007). É condirettore delle Riviste: Pedagogia più Didattica (in coll. con M. Baldacci, L. Dozza e F. Pinto Minerva), Trento, Erickson; e Infanzia (in coll. con R. Farné, Bologna, Perdisa). É direttore della Rivista Riforma & Didattica tra formazione e ricerca, Reggio Calabria, Falzea Editore.
Tra le sue opere più recenti si ricordano: Manuale di Scuola dell’infanzia (in coll. con F. Pinto Minerva), Bari, Laterza 2008; Educazione musicale e formazione ( a cura di, in coll. con G. La Face), Milano, Angeli 2008; Scuola e territorio (a cura di, in coll. con F. Montanari), Milano, Angeli 2008; Fare bene scuola. Un’impresa possibile?, Roma, Carocci 2008; Presentazione in A. Banfi, G.M. Bertin,  Carteggio (1934-1957), a cura di F. Cambi, Ediz. Fazio Allmayer, Palermo-Firenze 2008; La Pedagogia tra sfide e utopie (a cura di, in coll. con G. Wallnoefer), Torino, Boringhieri, 2009.

GALLIANI Luciano 
Professore Ordinario di Pedagogia Sperimentale all’Università di Padova. Coordinatore nazionale e locale di Progetti di Ricerca di Interesse Nazionale, ha curato nel 2003 il volume: Educazione versus Formazione, ESI, Napoli e nel 2004 il volume: La scuola in rete, Laterza, Bari e il volume E-learning nella didattica universitaria (Tecnodid Napoli 2005) a conclusione di un PRIN con le Università di Bari, Salerno, Lecce, Roma Tre, Palermo su: “Modelli pedagogici, tecnologici e organizzativi di open distance learning e indicatori di qualità”. Ha dato vita alla rivista quadrimestrale Generazioni, promossa dalla Conferenza Nazionale dei Presidi di Scienze della Formazione, di cui è stato riconfermato Presidente nel 2006, dopo il triennio 2003-05. Delegato del Rettore dal 2006 per la “Valutazione della didattica e l’accreditamento dei corsi di studio” dell’Università di Padova. 

GAUDIOSO Francesco 
Professore Ordinario di Storia Moderna presso la Facoltà di Beni Culturali dell’Università del Salento, ha dedicato numerosi lavori alla storia sociale, politica, religiosa e istituzionale del Mezzogiorno d’Italia in età moderna, con particolare attenzione al notariato e alla pratica testamentaria, ai fenomeni di banditismo e brigantaggio, alla storia urbana e alla storia sismica. Tra le sue più recenti pubblicazioni, si segnalano: Domanda religiosa e mediazione notarile nel Mezzogiorno moderno (1999); Il banditismo nel Mezzogiorno moderno tra punizione e perdono (2003); Brigantaggio, repressione e pentitismo nel Mezzogiorno preunitario (2004); Famiglia, proprietà e coscienza religiosa nel Mezzogiorno d’Italia, secoli XVI- XIX (2005); Una tragedia sismica nella Calabria del Settecento (2005); Il potere di punire e perdonare. Banditismo e politiche criminali nel Regno di Napoli in età moderna (2006).

GRANGE SERGI Teresa 
Professore Ordinario di Pedagogia Sperimentale è attualmente Preside della Facoltà di Scienze della Formazione e delegata rettorale per le Relazioni Internazionali presso l’Università della Valle d’Aosta. I suoi interessi di ricerca riguardano la qualità dell’educazione e della formazione in dimensione europea, la media education e la pedagogia dell’infanzia. 

INVITTO Giovanni 
Professore Ordinario di Filosofia Teoretica presso l’Università del Salento. È preside della Facoltà di Scienze della Formazione. Nel 1987 ha fondato il quadrimestrale di filosofia “Segni e comprensione” (Manni), che dirige. Tra le sue pubblicazioni più recenti: La tessitura di Merleau-Ponty (Mimesis, 2002); L’occhio tecnologico. I filosofi e il cinema (Mimesis, 2005); Fra Sartre e Wojtyla. Saggi su fenomenologie ed esistenze e Idee e schermi bianchi. Filosofia e cinema tra il mito e il falso, editi da Mimesis nel 2007; Merleau-Ponty par lui-même : un filosofo parla di sé, “Chiasmi intermational”, n. s., n. 10, 2008, pp.59-83; Barbarie inestirpabile, in <www.inSchibboleth.org>, n. 13, novembre-dicembre 2008, p. 3; Narrare è già filosofia, in Simone de Beauvoir. Narrare … è già politica, Catalogo Nottetempo, Roma 2009, pp. 48-49. A sua cura anche: La fenomenologia del mito. La narrazione tra cinema, filosofia, psicoanalisi (Manni, 2006) e Il reale falso. Filosofia e psicoanalisi leggono cinema, (Manni, 2007).

LAROCCA Franco
Professore ordinario di Pedagogia Speciale all'Università di Verona, ove è anche direttore del Dipartimento di Scienze dell'Educazione nonché responsabile del Gruppo di Studio e Ricerca sull'Handicap e del CEP-CRISIS (Centro di Educazione Permanente - Centro di Ricerca Intervento - Studi Interdisciplinari sullo Svantaggio) e del Centro Disabili. Attualmente dirige la Scuola di Specializzazione interateneo per la formazione di insegnanti specializzati per le attività di sostegno. E' autore di numerose pubblicazioni di pedagogia, di metodologia della ricerca pedagogica e di pedagogia speciale per l'handicap.

LENZI Domenico 
Professore Associato di Fondamenti di Matematica e Logica presso l’Università del Salento (Lecce). Dal gennaio del 2006 al gennaio del 2009 è stato vice-presidente nazionale della società Mathesis. Nella sua attività scientifica egli ha soprattutto scandagliato – usando gli strumenti dell’al-gebra moderna – importanti aspetti fondazionali della Matematica. Dai primi anni ‘80 si interessa anche di problemi riguardanti la didattica della matematica, con particolare riferimento alla scuola dell’obbligo e all’insegnamento in presenza di handicap. E’ stato responsabile locale di vari gruppi di ricerca nazionali per l’algebra, la geometria combinatorica e la didattica della matematica. Ho prodotto 46 pubblicazioni di ricerca matematica (in senso classico) e 24 pubblicazioni di matematica a carattere didattico e storico-epistemologico.

LIMONE Pierpaolo  
Professore Associato presso l’Università di Foggia, dove insegna Pedagogia Sperimentale. Svolge ricerche nell’ambito dell’educazione mediale e si è specializzato presso la London School of Economics, l’Institute of Education e l’Università di Barcellona. Ha fondato e dirige il Laboratorio di “Ricerca educativa e design delle interazioni” presso il Dipartimento DISCUM dell’Università di Foggia, dove dal 2005 coordina anche il Master in Nuovi Media e Formazione.

MACCHIETTI Sira Serenella 
Professore Ordinario di Pedagogia Generale e Sociale nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Siena con sede ad Arezzo. Negli anni accademici 1999-2008  è stata docente incaricata di Pedagogia in prospettiva Teologico-Pastorale presso la Pontificia Universitas Lateranensis - Città del Vaticano. è direttore della rivista “Prospettiva EP” e del “Bollettino dell’Associazione Pedagogica Italiana”, membro del comitato di direzione dei periodici “Studium Educationis”, “Scuola Materna”, “Qualeducazione”, “Prospettiva Persona”, “Professione Pedagogista” e del comitato scientifico delle riviste “Studi sulla Formazione”, “Il nodo – scuola in rete”, “L’educazione dei sordi” e consulente di “Dirigenti Scuola”. Inoltre fa parte del comitato scientifico internazionale della rivista “History of Education Children’s Literature” e del comitato scientifico della Libera Università Biblico-Teologica “Pio II”. Docente universitaria dall’A.A. 1973-1974, nel corso degli anni ’70 si è prevalentemente dedicata alla ricerca storico-pedagogica, privilegiando le istituzioni educative toscane, l’educazione dell’infanzia e quella femminile e le scuole popolari, confrontandosi con il pensiero dei pedagogisti italiani della prima metà  dell’Ottocento. Questa attività di ricerca è stata costantemente accompagnata da quella relativa alle questioni di storiografia e di epistemologia storico-pedagogica. Successivamente gli interessi di studio si sono ampliati e si sono collocati nella prospettiva dell’educazione permanente e  della pedagogia scolastica ed hanno rivolto una particolare attenzione a  quella della scuola materna alla quale si collegano la rilettura e la ricomprensione del significato di alcuni classici (F. Aporti, R. Agazzi, P. Pasquali). Nell’ultimo ventennio del Novecento hanno costituito oggetto di ricerca: le questioni e i luoghi della formazione; la formazione degli educatori scolastici e non; le  prospettive dell’insegnamento della pedagogia nella scuola secondaria e nell’università; l’educazione dell’infanzia in famiglia e nella scuola; l’educazione religiosa, morale, interculturale e alla cittadinanza; l’insegnamento della religione cattolica. Le ricerche più recenti hanno affrontato  tematiche pedagogiche relative alla scuola cattolica (parità, autonomia, specificità, corresponsabilità, educazione integrale e personalizzata, comunità educante), al confronto tra le pedagogie contemporanee, agli attuali orientamenti di quella della persona ed al suo rapporto con la teologia pastorale. È autrice di 15 volumi monografici, di circa 600 articoli di pedagogia e di storia dell’educazione, pubblicati nelle riviste pedagogiche e filosofiche, nei periodici per insegnanti ed educatori e di numerosi saggi presentati in circa 270 opere collettanee.

MANFREDA Ada
Borsista di ricerca. Si occupa di mappatura dei bisogni formativi e di tematiche inerenti la pedagogia della salute. Ha condotto ricerche sul campo relativamente al bullismo e alla rilevazione delle narrative di malattia di gruppi di pazienti cronici, in cura presso un centro per soggetti immunopatici. Ha relazionato in convegni organizzati dalle società scientifiche Sirem e Sird. Dirige la rivista di cultura “Amaltea”. Suoi saggi sono presenti in opere collettanee e in riviste di settore. Ha pubblicato, in collaborazione con Franco Bochicchio, la monografia Cultura della governance e sviluppo locale. Una ricerca sul campo (2008). 

MARAGLIANO Roberto  
Professore Ordinario all’Università Roma Tre dove insegna Tecnologie dell’istruzione e dell’apprendimento. Responsabile del Laboratorio di Tecnologie Audiovisive (http://LTAonline.uniroma3.it), è promotore dei master on line Multimedialità per l’e-learning e Il cinema: educare e comunicare. Si occupa di teoria e pratica della multimedialità in campo formativo e di e-learning. Tra le sue pubblicazioni: La scuola dei tre no (Laterza, 2003), Nuovo manuale di didattica multimediale (Laterza 2004), Didattica e comunicazione di rete (Stripes 2007), Parlare le immagini (Apogeo 2008), Educare e comunicare (con Alberto Abruzzese, Mondadori Università 2008)

MARGIOTTA Umberto  
Formatosi ad Heidelberg, al pensiero di Gadamer, ha deciso di orientare il suo programma di ricerca nella investigazione della formazione, come logica della vita. E’ Professore Ordinario di Pedagogia presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università  Cà Foscari di Venezia. Ha coordinato ricerche internazionali riguardanti la qualità dell’educazione, gli indicatori di qualità dell’istruzione, progetti di ricerca sull’apprendimento adulto e di valutazione esterna del sistema scolastico. Attualmente è il presidente del Centro Interateneo per la Ricerca didattica e la formazione avanzata e dirige il laboratorio Univirtual.

MAZZOTTA Anna Rita  
Ricercatore e Professore Aggregato di Psicologia presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università del Salento. Partecipa a progetti di formazione e di ricerca in ambito locale, nazionale ed internazionale. Psicologa iscritta all’albo degli  Psicologi della Regione Puglia dall’anno della sua costituzione. 
L’attività di ricerca riguarda: temi inerenti la psicologia della personalità, con orientamento dinamico clinico, psicologia della femminilità e differenze di genere, psicologia di comunità con particolare interesse verso la psicologia ambientale.

MENGOLI Luigi
Musicista, compositore elettronico e artista visivo. Ispiratore dell’Università Popolare della Musica e delle Arti “P. E. Stasi” di Spongano (Lecce) e dell’Archivio Etnografico e Musicale “Pietro Sassu”, due istituzioni vocazionalmente dedicate a misurarsi con la cultura popolare e le sue dinamiche. è direttore artistico dei Cantori dei Menamenamò e del Gruppo Menamenamò, con i quali ha inciso numerosi cd, che sono scavi e rielaborazioni sulla musica etnica salentina. Inquadra il recupero della tradizione all’interno di una prospettiva che mira a valorizzare la promozione dell’empowerment personale e comunitario.

MICELI Veronica
Frequenta il dottorato di ricerca in “Pedagogia dello Sviluppo” (Università del Salento), coordinato dal Prof. N. Paparella. La sua attività di ricerca è volta ad esplorare le metodologie qualitative di ricerca-intervento  per promuovere la partecipazione dei gruppi sollecitandoli a fare comunità gravando sul nesso Pedagogia di Comunità-negoziazione dell’ingresso-partecipazione. Ha partecipato alla stesura di due volumi Progettazione e valutazione dell’intervento formativo (McGraw-Hill),  Formare gli adulti (Ulpiapress). E' tra i soci fondatori dell’Azienda Spin-Off dell’Università del Salento EspérO® s.r.l. Servizi Formativi Avanzati per il Management, Apprendimento Esperienziale, Apprendimento per metafore, Outdoor training.

MINECCIA Francesco 
Professore Ordinario di Storia moderna presso l’Università del Salento, si è occupato di vari temi di storia economica e sociale in età moderna. Tra i suoi lavori: La pietra e la città. Famiglie artigiane e identità urbana a Fiesole dal XVI al XIX secolo (Venezia 1996); Campagne toscane in età moderna. Agricoltura e società rurale (secoli XVI-XIX) (Galatina 2002); Patrimonio ecclesiastico e mercato della terra in Italia (secoli XVIII-XIX) (Bari 2005); La dissoluzione del patrimonio ecclesiastico nell’Italia meridionale (secoli XVIII-XIX) (Galatina 2006); Città e campagne di Romagna (secoli XVIII-XIX) (Galatina 2008).

NASTRINI Annalisa
Frequenta il dottorato di ricerca in “Conoscenza e valorizzazione del Patrimonio culturale”, presso l’Isufi (Università del Salento). Si occupa di percorsi didattici museali destinati all’infanzia. Nel 2008/2009 ha partecipato al Progetto Prin  “Eduonto: Ontologie, learning object e comunità di pratiche, nuovi paradigmi educativi per l’e-learning”, con l’Unità di Ricerca di Lecce, Università del Salento.  Nel 2007/2008 ha collaborato al Progetto Strategico MediaEvo (Scuola Superiore Isufi, Università del Salento) per l’edutainment dei beni culturali e al Progetto Itinera, per la realizzazione di una piattaforma per la ricerca e l’e-learning  nel campo del patrimonio culturale. 
Pubblicazioni: (2008) Videogame didattico: dalla demonizzazione all’impiego educativo, e (2009) Musei virtuali: valore culturale e ruolo educativo dei nuovi strumenti dell’accessibilità culturale, entrambi in “Studi e ricerche”, XI, 16, Dip.to di Scienze Pedagogiche, Università del Salento, Lecce; (2009) Fini e Finalità nel progetto educativo, in N. Paparella (a cura di) Progetto educativo, Armando Editore, Roma; (2009) Le routine, in N. Paparella (a cura di), Progetto educativo, Armando Editore, Roma. 

NUTI Gianni 
Ricercatore e Professore Aggregato di Didattica generale presso l’Università della Valle d’Aosta. Autore di numerosi contributi in volumi collettanei e di una decina di monografie, si occupa in particolare di didattica delle attività espressive, didattica della musica e
progettazione e valutazione di interventi formativi nell’ambito della formazione permanente e la riqualificazione professionale.

PALOMBA Elisa 
Professore Aggregato di Pedagogia Sperimentale e ricercatrice presso il Dipartimento di Scienze Pedagogiche, Psicologiche e Didattiche dell’Università del Salento. Ha svolto attività di ricerca e di progettazione nell’ambito del progetto prin 2003 “E-learning nella formazione universitaria, modelli didattici e criteriologia pedagogica” (Coordinatore nazionale: prof. N. Paparella), e nell’ambito del prin 2006 “Ontologie, learning object e comunità di pratiche: nuovi paradigmi educativi per l’e-learning” (Coordinatore nazionale: prof. L. Galliani). Attualmente dirige il Laboratorio di Intercultura, presieduto dalla prof.ssa A. Perucca, presso il Dipartimento di Scienze Pedagogiche, Psicologiche e Didattiche dell’Università del Salento. Fra le pubblicazioni degli ultimi tre anni: Criteri, indicatori e politiche europee, e Virtualità e progettazione, in N. Paparella, (2009), a cura di, Il progetto educativo, vol. I, Roma: Armando; ICT for Counseling and Careers Guidance Services, in A. Méndez-Vilas, (2009), Ed., Research, Reflections and Innovations in Integrating ICT in Education, Formatex, Badajoz, Spain; Emotion and Cognition in Online Learning: a Sight from Educational Neuroscience, in Proceedings of World Conference of Educational Multimedia, Hypermedia & Telecomunications, Vienna 30 giugno – 4 luglio 2008; (2006), La persona e i suoi artefatti. Realtà, virtualità e immagine di sé, Roma: Armando; ICT Technologies and Intercultural Issues in A. Solano Martin, (2006), Ed., Current Developments in Technology-assisted Education, Formatex, Badajoz (Spain), vol. 1.

PERUCCA Angela
Professore Ordinario di Pedagogia Generale e Sociale presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università del Salento. É psicologo iscritto all’albo della regione Puglia. Ha progettato e realizzato Presso il Dipartimento di Scienze Pedagogiche, Psicologiche e Didattiche il Laboratorio di Intercultura, di cui è Presidente. É socio fondatore della Società Italiana di Ricerca Didattica (Sird) e della Società Italiana di Ricerca per l’Educazione Mediale (Sirem), e socio ordinario della Società Italiana di Pedagogia (Siped). Ha collaborato a ricerche e sperimentazioni nazionali riguardanti la scuola e l’università. Ha coordinato unità di ricerca per progetti di rilevanza nazionale (Prin) ed ha curato e svolto progetti internazionali di formazione (Mod Erasmus-Socrates). Recentemente le è stato conferito il premio “Cultura della solidarietà”. Tra le ultime pubblicazioni si segnalano: [in coll.], Education européenne des Fonctionnaires Publics, Miskolc University Press, Miskolc (HU) 2008 (Fa parte di una collana intenazionale di 5 voll. curati per il progetto “EuPA” Erasmus . Moduc-1 n° 69682-IC-1-2005-RO); [in coll.], Le attività di laboratorio e di tirocinio nella formazione universitaria, vol. 2: Armando, Roma 2005-2006; Competenza interculturale e professionalità. Una esperienza internazionale di formazione, in C. Sirna (Ed.), Tempo formativo e creatività. Pensa MultiMedia, Lecce 2008; Educare a vivere la città , in S. S. Macchietti  (cur), Democrazia ed educazione. La formazione del cittadino responsabile nella pedagogia di Mario Mencarelli, Gesp, Città di Castello 2009; Global society: what  future for education?, in M.  Ciortea (Ed.) Paradigm chances within the sciences of education, Aeternitas Publishing House, Alba Iulia 2009.

PICCINNO Marco 
Professore Associato di Pedagogia Sperimentale presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università  del Salento, dove insegna Pedagogia Sperimentale e Didattica Generale. I suoi interessi di studio vertono intorno ai processi fondativi della persona, ai dinamismi della comunicazione educativa, al rapporto tra mass media ed educazione. Dal 2002 al 2006 ha insegnato varie discipline pedagogiche presso l’Università  di Aosta. É docente di Pedagogia nel Master in Criminologia attivato presso il Dipartimento di Scienze Pedagogiche dell’Università  del Salento e di Psicopedagogia del linguaggio e della comunicazione nel Master a distanza attivato dal Medesimo Dipartimento in collaborazione con l’Università  di Foggia. 

PINNELLI Stefania 
Professore Associato in Pedagogia e Didattica Speciale presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università del Salento. Direttrice del master di I livello in Professionisti nella relazione d’aiuto nel disagio e dipendenza, e del  Corso di Perfezionamento in Didattica speciale per l’integrazione scolastica. È responsabile scientifica del Centro Sulle Nuove Tecnologie per l’handicap e l’integrazione del Dipartimento di Scienze Pedagogiche. 

QUAGLIATA Alberto 
Professore Associato di Progettazione didattica per la formazione in rete presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Roma Tre. Responsabile scientifico di percorsi esperienziali di formazione manageriale progettati per lo sviluppo delle risorse umane di organizzazioni pubbliche e private, persegue una sempre migliore integrazione tra il pensiero sistemico-organizzativo e le scienze della formazione, nella convinzione che l’interazione virtuosa tra le competenze proprie del mondo accademico e quelle del mondo delle professioni possa dar vita a processi generativi di nuova conoscenza: in particolare, a percorsi individuali e collettivi di consapevolezza cognitiva e di responsabilità etica. Ha progettato ed è responsabile della piattaforma di e-learning che consente di integrare con percorsi di apprendimento blended l’offerta formativa della sua Facoltà. Tra le sue pubblicazioni: Pratiche di didattica costruttivista in aula e nella rete (2004), e Competenze per lo sviluppo delle risorse umane (2008), entrambi per i tipi di Armando Editore.

QUARTA Cosimo 
Professore Ordinario di Filosofia della storia ed Etica ambientale presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università del Salento; cofondatore e direttore del Centro Interdipartimentale di Ricerca sull’Utopia dello stesso Ateneo. Le sue ricerche si sono orientate, fin dall’inizio, sul pensiero utopico. È autore di numerosi saggi e volumi, tra cui si segnalano: L’utopia platonica (1985); Tommaso Moro (1991). Tra i suoi lavori più recenti: Globalizzazione, giustizia, solidarietà (2004); Una nuova etica per l’ambiente (2006). 

RIZZO Antonella
Frequenta il dottorato di ricerca in “Pedagogia dello sviluppo” (Università del Salento) sotto la guida del Prof. N. Paparella. Campi principali di ricerca: l’ermeneutica del vivente nel discorso pedagogico, la po(i)etica del dialogo educativo, pratiche interculturali e performing arts. Si  è interessata di Pedagogia istituzionale. Collabora con la Cattedra della Prof.ssa J. Daboo (Senior Lecturer in Drama - University of Exeter, Uk); ha partecipato ai lavori del Progetto Prin “Eduonto” (Coordinatore nazionale: Prof. L. Galliani). Collabora con la Cattedra del Professor G. Bocchi (Ordinario di Filosofia della scienza presso l’Università di Bergamo) per l’approfondimento dell’epistemologia del vivente e della conoscenza nella complessità. E’ membro del Gruppo di progettazione del Laboratorio di Intercultura (www.laboratoriointercultura.it), presieduto dalla Prof.ssa A. Perucca (Università del Salento). Autrice di alcuni articoli in riviste e volumi collettanei, tra cui: (2009) I credit points. Politiche europee e nuovi assetti curricolari, in N. Paparella, a cura di, Il progetto educativo, vol. II, Armando Editore; (2009) Il luogo della conoscenza, in S. Colazzo, a cura di, Formare gli adulti, Amaltea Edizioni; (2009) Je n’ai pas une reponse. Incontro con Georges Lapassade, in A.a.V.v., All’ombra di Georges Lapassade, Sensibili alle foglie Editrice. Attualmente si interessa di Pedagogia del corpo.
Recapito e-mail: antonella.rizzo@unisalento.it.

ROMEO Francesco Paolo
Frequenta il dottorato in ‘Pedagogia dello sviluppo’ (Università del Salento), coordinato dal Prof. N. Paparella. Si è interessato di Pedagogia delle organizzazioni. Ha partecipato, con suoi saggi, ai libri curati da S. Colazzo, Progettazione e valutazione dell’intervento formativo, McGraw Hill, Milano, 2008, e Formare gli adulti, Amaltea edizioni, Melpignano, 2009. E’ redattore della rivista di cultura “Amaltea”. E’ membro dell’Associazione dei pedagogisti salentini “Ampiamente” e partecipa alle attività di EspérO, azienda spin-off dell’Università del Salento, che si occupa di formazione esperienziale, per metafore e outdoor training. Attualmente si interessa di pedagogia della memoria.

ROSATI Agnese 
Ricercatore di Pedagogia (settore scientifico disciplinare M.PED/01) presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Perugia. Ha partecipato a numerosi convegni e attività seminariali. Ha tenuto lezioni di Pedagogia generale e sociale presso il Polo Scientifico di Terni (Facoltà di Scienze della Formazione), di Filosofia dell’Educazione presso la Facoltà di Scienze della Formazione Primaria dell’Università degli Studi di Perugia dove è stata responsabile anche di varie attività laboratoriali. Ha insegnato Didattica della Cultura presso il Master Universitario di I livello in “Conservazione e restauro delle raccolte librarie e documentarie”, tenutosi a Spoleto, ed ha svolto attività di formatore per il personale dei servizi educativi della prima infanzia della Regione Umbria e per i volontari della Protezione Civile. Fra i lavori più recenti si ricordano: Libertà come valore e apprendimento come prospettiva. I fondamenti teorici della didattica della cultura (Roma 2006), Senza ragione. Contraddizioni e incertezze del nuovo Millennio (Roma 2006), Ri-pensare l’esistenza. I fondamenti pedagogici e didattici della storia (Perugia 2008). Con altri autori: Fare ricerca. Per la redazione del testo scientifico (Roma 2006), Per la formazione di una classe imprenditoriale creativa (Roma 2006), Sull’educazione. Analisi epistemologica e istruzione scolastica (Roma 2007), Educazione comparata (Perugia 2007). Oltre a libri, ha pubblicato articoli su problematiche educative e didattiche in riviste destinate ai docenti di Scuola Primaria e Scuola dell’Infanzia. Ha in fase di stampa altri lavori, singoli e collettanei.

ROSATI Lanfranco 
Professore Ordinario di Didattica nella Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Perugia. Dal 1995 in servizio a Perugia, ha svolto la sua attività accademica nella Facoltà di Magistero dell’Università degli studi di Siena.Già insegnante elementare, ha compiuto gli studi universitari presso l’Università di Urbino dove si è laureato a pieni voti nel marzo dell’A.A. 67/68. Successivamente ha svolto l’attività di Direttore Didattico nella Provincia di PG, continuando una proficua attività pubblicistica. E’ stato delegato italiano al Consiglio di Europa ed ha partecipato in quanto tale a Simposi internazionali anche da Rapporteur. Ha iniziato a pubblicare presso le più note Case Editrici circa un centinaio di pubblicazioni ed altrettanti saggi,alcuni dei quali tradotti in lingua straniera. Ha tenuto conferenze in Italia e all’estero. Nella nuova sede universitaria ha costituito un gruppo di studio per la ricerca nella formazione e nella didattica che si avvale di postazioni per video conferenza,destinate ad uno sviluppo scientifico sia nelle applicazioni alla Teledidattica e Didattica in rete,sia all’istruzione a distanza e al Telelavoro. Già Direttore Scientifico del Centro interregionale di Studi e di Ricerche sulla Civiltà appenninica e Condirettore della Rivista Educazione Permanente, è membro del Comitato Editoriale della Rivista Prospettive EP, collabora con le Riviste: Gulliver, La Didattica dell’Editore Laterza, Pedagogia e vita dell’Editrice La Scuola, oltre che con le Riviste Scolastiche di quest’ultima Casa Editrice (Scuola e Didattica, Scuola Italiana Moderna). E’ stato responsabile della sezione didattica della rivista Scuola Italiana Moderna. É direttore scientifico del Laboratorio(La.R.F.Di.) della Facoltà di Scienze della Formazione dell’Ateneo perugino. È stato Direttore dell’Istituto di Pedagogia della Facoltà. Gli ultimi 3 importanti contributi dell’anno corrente (2008) hanno questi titoli: La fine di un’‘illusione (Morlacchi), La terza rivoluzione dell’apprendimento nell’era di Internet (Margiacchi-Galeno), Il cervello non mente (Margiacchi-Galeno). Ha tenuto e tiene conferenze in Italia e all’estero e partecipa come Relatore a importanti Convegni e Congressi Pedagogici.

ROSSI Bruno 
Professore Ordinario di Pedagogia generale presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Arezzo (Università degli Studi di Siena). Nel corso di laurea magistrale in “Programmazione e gestione dei servizi educativi e formativi” è docente di Pedagogia delle organizzazioni. La sua attuale ricerca scientifica è interessata a discutere il lavoro come oggetto di studio della riflessione pedagogica e le organizzazioni come contesti formativi. Tra le sue più recenti pubblicazioni: Intelligenze per educare, Guerini e Associati, Milano 2005; Avere cura del cuore. L’educazione del sentire, Carocci, Roma 2006; Pedagogia delle organizzazioni. Il lavoro come formazione, Guerini e Associati, Milano 2008.

SANTOIANNI Flavia 
Professore Associato di Pedagogia Generale e Sociale nel Dipartimento di Filosofia della Università di Napoli Federico II, dove insegna Pedagogia Generale nel Corso di Laurea in Filosofia. Coordina il B. E. S., gruppo di ricerca in scienze bioeducative. Tra i principali interessi di ricerca, il tema della educabilità. Ha pubblicato studi di filosofia dell’educazione e di teoria della formazione. Ha pubblicato di recente: F. Santoianni, C. Sabatano, Eds., Brain Development in Learning Environments, Cambridge Scholars Publishing, 2007; F. Santoianni, La fenice pedagogica. Linee di ricerca epistemologica, Liguori, 2007; F. Santoianni, What Kind of Learning is E-Learning?, in A. Cartelli, Ed., Encyclopaedia of Information and Communication Technology, Idea-Group; F. Santoianni, a cura di, Costruzione di ambienti per lo sviluppo e l’apprendimento. Il protocollo formativo C.A.S.A. per la scuola primaria, Progetto Interlink, Consorzio Editoriale Fridericiana, 2009; E. Frauenfelder, F. Santoianni, a cura di, A Mente Aperta. Ambienti di Apprendimento. Contesti di Formazione, Pisanti.

SARRACINO Vincenzo 
Professore Ordinario di Pedagogia generale e sociale presso la Facoltà di Psicologia della Seconda Università degli Studi di Napoli, della quale è Decano, ed è Direttore del Dipartimento di Psicologia della stessa Facoltà.  Inoltre, è Coordinatore di sede della Scuola Interuniversitaria Campana di Specializzazione all’Insegnamento Secondario (SICSI). Insegna Pedagogia del ciclo di vita e Pedagogia generale presso la SUN e Pedagogia sociale presso l’Università degli Studi di Napoli Suor Orsola Benincasa. Si occupa degli aspetti teorico-epistemologici e metodologico-didattici della formazione del cittadino e degli operatori dell’educazione. Ha recentemente pubblicato: a cura di, In viaggio con l’infanzia, Pisa, Ets, 2008; a cura di, Educazione e politica in Italia. Fratture politiche ed epistemologiche per un nuovo sistema educativo, Milano, Franco Angeli, 2009.

SCURATI Cesare 
Professore ordinario di Pedagogia Generale e Sociale alla Facoltà di Psicologia dell’Università Cattolica di Milano, ha svolto i suoi studi nei settori dell’analisi delle teorie dell’educazione, della didattica generale, della progettazione curricolare, dell’innovazione scolastica, della formazione del personale, della pedagogia dell’infanzia, del management delle organizzazioni educative. E’ stato Presidente dell’Irrsae Lombardia e della Società Italiana di Pedagogia, Direttore del Direttore del Dipartimento di Pedagogia e del  Centro di Ateneo per l’Educazione Permanente e a Distanza. componente della Commissione Ministeriale per la revisione dei Programmi per la scuola elementare (1981-1985) e Coordinatore della Commissione Ministeriale per la revisione degli Orientamenti per la scuola materna (1988-1991). Dirige le riviste ‘Scuola Materna’ e ‘Dirigenti Scuola’. 

SERAFINI  Giuseppe 
Professore Ordinario di Storia della Pedagogia e di Storia dell’epistemologia pedagogica. 
La sua attività di ricerca si è mossa su alcune linee direttrici fondamentali: filosofia dell’educazione, epistemologia pedagogica, metodologia e la didattica (particolarmente in riferimento all’educazione scolastica), storia della pedagogia e dell’educazione (che di fatto taglia trasversalmente tutti gli altri ambiti). Negli ultimi anni i suoi interessi e impegni (di ricerca) sono stati rivolti principalmente alla storia dell’epistemologia pedagogica, alle tematiche (ancora dall’ottica storica) dell’educazione in una scuola di una società pluralistica e democratica, agli orientamenti delle pedagogie del Novecento.

SIGNORE Mario 
Professore Ordinario di Filosofia morale nella Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Lecce. È Direttore del Dipartimento di Filosofia e Scienze Sociali. È membro della Fondazione “Centro di studi filosofici di Gallarate” (Padova). È Beirat della “Görres Gesellschaft” (Köln). È Vice Presidente della Società Italiana di Studi Kantiani. È Direttore di «Idee», rivista del Dipartimento di Filosofia e Scienze Sociali. È coordinatore del Dottorato di ricerca in “Etica e antropologia. Storia e fondazione”, giunto al XXII ciclo e presso il quale svolge anche attività di docenza. I suoi interessi di ricerca si sono sviluppati nell’ambito della problematica teoretica, etica e filosofico-antropologica. Si segnalano a questo proposito: il volume Senso e significato in Max Weber (Lecce 1977); le traduzioni dell’opera di Rickert, Kulturwissenschaft und Naturwissenschaft, col titolo Il fondamento delle scienze della cultura (Ravenna 1997); e di alcuni saggi rickertiani da Logos, sotto il titolo Filosofia, valori, teoria della definizione, Lecce 1987; E. HUSSERL, La crisi delle scienze europee e la responsabilità storica dell’Europa (a cura di M. Signore), Milano 1985; Die Philosophie zwischen Erkenntnistheorie und Weltanschauungslehre, in Neukantianismus, Perspektiven und Probleme, Würzburg 1994; Questioni di etica e filosofia pratica, Lecce 1995; Il discorso filosofico tra scienza e fede, in Measure and the Infinite. Scienze Faith Experience, Bari 2003; Il postmoderno. Itinerario per una nuova condizione culturale ed etica, in Postmodernità e problematiche pedagogiche, Roma 2003; Comunità e riconoscimento, in Libertà e comunità, Padova 2005. Lo sguardo della responsabilità. Politica, economia e tecnica per un antropocentrismo relazionale, Roma 2006

SIMONE Maria Grazia 
Professore a contratto di Pedagogia Sociale presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università del Salento, dove ha conseguito il titolo di Dottore di ricerca in “Pedagogia dello sviluppo”. Ha svolto attività di ricerca nell’ambito di progetti di rilevante interesse nazionale (Prin). E’ stata assegnista presso l’Università del Salento e l’Università degli Studi di Foggia. Attualmente svolge un incarico di ricerca annuale presso la Scuola Superiore Isufi dell’Università del Salento. E’ socia di alcune società italiane di ricerca educativa e pedagogica. E’ autrice di saggi in volumi collettanei, di articoli in riviste scientifiche ed in atti di convegni. Tra le sue ultime pubblicazioni: Consumo, Identità, Educazione, Armando, Roma 2009. 

TEMPESTA Marcello 
Ricercatore confermato di Pedagogia generale e sociale presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università del Salento, dove insegna Pedagogia Generale e Pedagogia Interculturale. I suoi interessi di ricerca riguardano principalmente i problemi dell’educazione allo studio, della pedagogia interculturale, dell’educazione alla cittadinanza europea, della filosofia dell’educazione nella postmodernità, della didattica delle discipline umanistiche nella scuola. Ha recentemente pubblicato: Lo studio come problema di educazione. Fenomenologia e pedagogia dell’esperienza studiosa (Armando, Roma, 2008) e L’educazione alla convivenza civile in Europa (a cura di, Armando, Roma, 2008).

UGENTI Valerio 
Professore Ordinario di Letteratura Cristiana Antica presso l’Università del Salento. In tutta la sua attività di ricerca è rimasto sempre fedele al metodo rigorosamente filologico, sia nelle indagini di critica del testo sia nelle ricerche storico-letterarie. Ha pubblicato edizioni critiche di testi di età patristica latini e greci, traduzioni di testi patristici, note di critica testuale, saggi sui rapporti tra cultura classica e cultura cristiana, sulla tecnica compositiva antica e sulla storia dell’esegesi biblica.

VETRUGNO Paolo Agostino
Insegna Storia dell’arte cristiana presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Lecce – Facoltà Teologica Pugliese – ed è Professore a contratto di Storia dell’arte moderna presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università del Salento. Si occupa di Storia dell’arte salentina ed ha pubblicato numerosi studi tra cui le monografie: Antonio Trevisi architetto pugliese del Rinascimento (Ed. Schena, 1985) e Rinascimento ‘tradito’. Studi di storia dell’arte salentina tra ‘400 e ‘500 (Edipan, 2006). Ha curato il volume di A. Foscarini, Arte ed artisti di Terra d’Otranto tra medioevo ed età moderna (Edizioni Del Grifo, 2000).
Ċ
Salvatore Colazzo,
10 nov 2010, 13:56
Comments