Sapere Pedagogico‎ > ‎Indice‎ > ‎

Rosati A.

Abstracts 
Edonismo, narcisismo, conformità ideologica, debolezza di pensiero critico, fragilità istituzionale e diffuso senso di tachiestraneità, contribuiscono a definire il nuovo scenario globale, nel quale i problemi assumono una portata planetaria, dalle vaste dimensioni, sfumandosi nei contorni e sovrapponendosi, per perdere la specificità che a loro appartiene. Il senso di crisi domina e connota la Stimmung del nostro tempo, quel tempo del quale l’uomo avverte prepotentemente il bisogno di riappropriarsi, attribuendo il giusto significato ai fatti e alle parole, per superare la precarietà e lo smarrimento generale che, invece, trovano sostegno nella perdita di solidi punti di riferimento, quali sono i valori, stelle polari nell’esistenza umana. Dinnanzi a tanto disagio, alimentato da un generale senso di precarietà, avvertito in primo luogo dalle nuove generazioni,  spetta all’educazione, per la forte carica utopica e rivoluzionaria che possiede, orientare l’umanità al recupero di valori importanti, quali sono quelli della persona umana, della libertà, della cultura e della storia che permettono all’uomo di darsi una ragione di senso, nel costante dialogo con il mondo, con gli altri e la natura. Soltanto attraverso l’educazione, autentica guida al riconoscimento dei valori radicati nella tradizione e aperti al nuovo, sarà possibile per l’uomo del Millennio conseguire quella riconciliazione (con sé e quanto altro da sé) che gli permetterà di valorizzare il proprio impegno, traccia indelebile nell’avventura della vita e testimonianza di una crescita che si traduce nella consapevolezza del proprio essere nel tempo  e nella storia.
Parole chiave: Edonismo, Narcisismo, Conformità Ideologica, Debolezza Di Pensiero Critico, Tachiestraneità.
 
Hedonism, narcissism, ideological conformity, weakness of critical thinking, institutional fragility and widespread sense of  “tachy-extraneousness”, help to define the new global setting, where problems are global, of large dimension, overlapping each other, losing the specificity which belongs to them. The sense of crisis dominates and characterizes the Stimmung of our time, that time which man feels an overwhelming need to make his own again, attributing the correct meaning to facts and words, to overcome insecurity and loss, and the general bewilderment which, however, find support in the loss of solid points of reference, that is values, the polar stars in our human existence. Faced with so much discomfort, fuelled by a general sense of insecurity felt primarily by the new generations, education, for its strong utopian and revolutionary  role, will have to be the guide for  humanity in the recovery of important values, which are those of the human person, freedom, culture and history, which enable man to achieve a meaning in life, in constant dialogue with the world, with others and nature. Only through education, a real guide to the rediscovery of values rooted in tradition and open to what is new, will it be possible for Millennium man to achieve reconciliation (with himself and with the others) that will enhance his efforts, an indelible sign in life and a witness of a growth that is reflected in the awareness of being in time and history.
Key words: Hedonism, Narcissism, Ideological Conformity, Weakness Of Critical Thinking, Tachy-Extraneousness.
Ċ
Salvatore Colazzo,
10 nov 2010, 13:45
Comments