Sapere Pedagogico‎ > ‎Indice‎ > ‎

Santoianni

Abstracts
 La formazione della mente è la risultante di processi adattivi nei quali ogni sistema cognitivo si esprime nella propria interezza. Le condizioni di modificabilità di una relazione formativa dipendono dalla interazione dinamica contestuale che di volta in volta viene a definire l’adattamento tra un individuo in sviluppo e l’ambiente nel quale si forma. Una pedagogia del possibile studia le premesse ai processi formativi e le possibilità della formazione, cioè l’educabilità. 
Ogni contesto può essere considerato adattivo se ciò che avviene al suo interno non è prevedibile, ma per la formazione di un ambiente di apprendimento adattivo l’interazione tra individuo e ambiente deve essere reciproca. Cioè non è soltanto l’individuo che deve adattarsi all’ambiente ma è anche l’ambiente che deve venire incontro all’individuo. Un ambiente di apprendimento progettato in modo formativo affronta la non prevedibilità caratteristica di ogni interazione adattiva situata e la reciprocità della relazione formativa, cioè la sua modificabilità e la continua “oscillazione” del controllo di gestione tra sistema e utente. 
Un ambiente di apprendimento adattivo è “aperto” a ciò che lo circonda, alle relazioni e alle esperienze; è “situato” nella attuale società della conoscenza. Ciò comporta un necessario rimando al possibile rapporto tra pedagogia e tecnologia. Attraverso la messa a fuoco di modelli di apprendimento interattivi come gli Adaptive Web Systems lo studente entra in una relazione adattiva di trasformazione reciproca nella quale il range di interazione varia dal full system-control al full student-control. Questo tipo di relazione è implementata on line ma può essere trasferibile e generalizzabile off line. 
Parole chiave: Ambienti di Apprendimento, Processi Adattivi, Formazione, Educabilità, Scienze Bioeducative.

Mind education emerges from adaptive processes in which each cognitive system is expressed in its entirety. Modifiability terms of educational relations depend on contextual dynamic interaction that define from time to time adaptation between individual development and educational environments. Developmental pedagogy studies the premises to educational processes and opportunities, such as educability. 
Each context can be considered adaptive if what happens in it is not predictable, but to develop an adaptive learning environment the interaction between individual and environment must be reciprocal. That is, not only the individual has to adapt to the environment but also the environment has to adapt to the individual. An educational learning environment copes with the unpredictability of each adaptive situated interaction and with educational relation reciprocity – that is its modifiability and continuous “oscillation” of management control between system and user. 
An adaptive learning environment is “open” to what surrounds it, to relations and experiences; it is “situated” in the current knowledge society. This involves a necessary reference to a possible relationship between pedagogy and technology. Through focusing on interactive learning models like Adaptive Web Systems, the student is involved in an adaptive relation of reciprocal transformation in which the interaction range varies from full system-control to full student-control. This type of relation is implemented on line but may be transferred and generalized off line.
Key words: Learning Environments, Adaptive Processes, Education, Educability, Bio-Educational Sciences.
Ċ
Salvatore Colazzo,
10 nov 2010, 13:50
Comments